Il Mobile Friendly fattore di ranking dal 21 Aprile: Guida e Risorse utili

3 Commenti

21 Aprile: Google premia i siti mobile e responsive nei risultati di ricerca sui dispositivi mobili

 

Avere un sito web mobile friendly sarà considerato ancora di più come segnale di ranking!

E’ la dura legge del più forte, se vuoi il massimo dal tuo sito e continuare a ricevere visite anche dal settore mobile, devi adeguarti ai tempi.

Piccola annotazione: Prima di andare in panico, che comunque non ti aiuterebbe, vorrei ricordarti che l’aggiornamento si riferisce alle ricerche effettuate tramite un dispositivo mobile!

Fatto questo doveroso appunto, sappiamo che sempre di più gli utenti che eseguono ricerche sugli smartphone, tablet, ipad e dispositivi mobili, di conseguenza Google deve aggiornare il suo algoritmo per fornire risultati di ricerca sempre più pertinenti e nel modo più rapido possibile.

Non a caso già da più di un mese è possibile vedere tra i risultati di ricerca, la nuova “etichetta” Mobile Friendly.

Detto questo, Google, come ha già annunciato sul suo blog ufficiale il mese scorso, dovrà adattare il proprio algoritmo di ricerca tenendo conto del numero sempre crescente di ricerche effettuate dai dispositivi mobili, tale aggiornamento sarà attivo quindi dal 21 Aprile 2015. Qui trovi la traduzione dell’articolo originale.

 

21 Aprile 2015: Cosa cambierà nell’algoritmo di Google per i siti mobile?

Di seguito, le due principali novità introdotte da google a riguardo:

1) Aumento dei siti mobile/responsive nei risultati di ricerca

Dal 21 Aprile 2015 sarà incluso come fattore di ranking, la compatibilità del tuo sito web con i dispositivi cellulari. Questo aggiornamento interesserà tutte le ricerche provenienti da cellulari, tablet e smartphone in tutte le lingue del mondo ed avrà un significativo impatto nei risultati di ricerca (SERP)

2) Aumento delle app con maggiori contenuti nei risultati di ricerca (App Indexing)

Sempre dal 21 Aprile, Google inizierà ad usare le informazioni provenienti da applicazioni Android che gli utenti avranno installato sui propri dispositivi mobili. Sarà per questo motivo che Google ha sganciato la “modica” cifra di 25 milioni di dollari per acquisire i diritti sui domini .app?  (link alla fonte).

Guida,  Strumenti e Risorse utili

Cosa fare? Quali strumenti utilizzare per effettuare i dovuti adeguamenti? Di seguito alcune importantissime informazioni e link utili che possono servirti per ottenere il massimo da questo upgrade.

  • Guida per creare siti web ottimizzati

Google stesso mette a disposizione dei webmaster la guida alla realizzazione di siti web ottimizzati per i dispositivi mobili. Fanne tesoro!

Guida introduttiva — Guida per dispositivi mobili per i webmaster

  • Guida delle best pratices per migliorare l’esperienza di  navigazione 

la trovi qui: https://developers.google.com/web/fundamentals/

fondamenti di usabilita

  • Come testare le tue pagine

Anche qui Google ci viene in aiuto, fornendoci la possibilità di effettuare un test di compatibilità per verificare se il nostro sito è mobile friendly.

  • Utilizzare Google Webmaster tools per avere un elenco dettagliato di tutti i problemi di usabilità relativi a cellulari e tablet con il report “Usabilità sui dispositivi mobili“.

report usabilità dispositivi mobili

  • Webmaster Central Help Forum

 qui potrai ricevere l’aiuto ed il supporto di altri webmaster in caso di problemi. Ecco il link: https://productforums.google.com/forum/#!forum/it

Una volta letti tutti questi articoli, effettuato le dovute correzioni che possono essere diverse a seconda della tecnologia che stai utilizzando (wordpress, magento, prestashop, siti statici, dinamici, html ect.) dovrai infine verificare che non vi siano errori sul cruscotto di Google webmastertools. In caso affermativo, dovrai anche saper correggere gli errori più comuni come per esempio gli elementi troppo vicini tra loro.

Un altro utilissimo strumento, molto spesso trascurato dai webmaster è Google PageSpeed Insights. Ti basterà digitare la url del tuo sito web e seguire le istruzioni di ottimizzazione fornite direttamente da questo fantastico tools.

PageSpeed Insights

In questo video, l’amico e collega Giorgio Taverniti riassume alcuni importanti concetti relativi all’importanza del mobile. Scorri subito al minuto 1.29 fino al minuto 2.42.

 

Se il mio sito non è mobile friendly sono penalizzato?

Allora, prima di entrare nel panico inutilmente e creare disinformazione chiariamo subito il punto cruciale: l’annuncio si riferisce alle ricerche effettuate da dispositivi mobili e Google nel suo blog ufficiale non ha mai dichiarato che i siti non responsive saranno penalizzati, ma risulta altresi’ evidente che se da un lato il motore di ricerca premierà nei risultati della prima pagina i siti che sono compatibili con il responsive, se non hai un sito responsive, non sarai tra le prime posizioni!

Ciò significa che avrai comunque un risultato penalizzante in termini di visite e posizionamento e (sempre stando a ciò che Google sostiene) ti vedrai superato dai siti concorrenti che offrono una navigazione utente responsive!

Quindi che il tuo sito sia un e-commerce o un sito di una struttura ricettiva (hotel, b&b) o qualsiasi altra cosa, ricorda che dovrai adeguarti!

Ora che il concetto è più chiaro, se non lo hai già fatto dovrai correre ai ripari!Ti  consiglio quindi di comprendere bene l’importanza dell’usabilità  sui dispositivi mobili per poter migliorare non solo il posizionamento ma e soprattutto l’esperienza di navigazione dell’utente. A tal proposito Google ti offre una buona panoramica in questo suo articolo.

Un  bonus per te!

Scopri dove puoi trovare temi wordpress responsive ed i migliori plugin mobile

Sblocca il contenuto, condividendo l'articolo.

[feature_box style=”10″ only_advanced=”There%20are%20no%20title%20options%20for%20the%20choosen%20style” alignment=”center”]

Dove acquistare i migliori template e plugin mobile per wordpress

  • Il tema migliore in assoluto che abbiamo provato tra i tanti è proprio Schema. Estremamente valido, veloce, snello, responsive e soprattutto molto seo friendly.
  • Themeforest, il miglior marketplace dove acquistare template professionali wordpress responsive.

[/feature_box]

Considerazioni finali e personali

Fino ad oggi Google ha sempre “evitato” una corretta e fluida comunicazione, soprattutto con i webmasters, tuttavia con questo aggiornamento, per’altro anticipato da oltre due mesi, mi fa pensare che stavolta l’aggiornamento sarà qualcosa di veramente importante e significativo, considerando anche il fatto che avrà impatto immediato su tutte le lingue. Quindi prendine atto pure tu e fai tutto quello che ti è possibile per rendere il tuo sito web mobile friendly.

E tu? come hai risolto la questione con il tuo sito? Conosci altre soluzioni? Discutiamone nei commenti.

 

 

Aggiornamento 21 Aprile

Ci siamo, il #mobilegeddon è arrivato. Inevitabile la baraonda di informazioni, tra post generici, disinformazione ed informazioni reali, Google ha aggiornato l’algoritmo ed intanto a battere tutti sul tempo è Semrush, che proprio stamane ha pubblicato un articolo sull’analisi analitica dei dati mobile,

 

Esperto SEO e consulente di web marketing, Antonio collabora con diverse realtà italiane, è moderatore di un importante forum per webmaster e fondatore della seo agency Professioneseo.it.

About us and this blog

We are a digital marketing company with a focus on helping our customers achieve great results across several key areas.

Request a free quote

We offer professional SEO services that help websites increase their organic search score drastically in order to compete for the highest rankings even when it comes to highly competitive keywords.

Subscribe to our newsletter!

There is no form with title: "SEOWP: MailChimp Subscribe Form – Vertical". Select a new form title if you rename it.

More from our blog

See all posts
3 Commenti
    • Marco
    • 19/04/2015
    Rispondi

    Bell’articolo Antonio… finalmente i web designer che avevano visto bene anche in precedenza, finalmente si trovano già sulla cresta dell’onda quando Google finalmente apporterà la modifica all’algoritmo!

      • professioneseo
      • 20/04/2015
      Rispondi

      Grazie Marco per esser passato da qui.

Leave a Comment